Direttore responsabile    Carmelo Lavorino
HOME
LA RIVISTA
CORSI DI FORMAZIONE
CONTATTACI
BLOG
CHI SIAMO
Investigazione criminale, Criminologia, Criminalistica, Intelligence, Sicurezza, Scienze dell'Investigazione e Forensi, Analisi Criminale Sistemica
Pagina                                             1    2    3    4    5
1
IL CRIMINE 1- Definizione di CRIMINE. 2- La Minaccia. 3- Il Danno al Bene aggredito. 4- Il Rischio. 5- Il CRIMINE come processo strutturato. 6- Il Modello Decisionale del CRIMINE. 7- L'Autore del CRIMINE.    1- DEFINIZIONE DI CRIMINE IL CRIMINE* dal punto di vista investigativo e della sicurezza è l’AGGRESSIONE MALIGNA a un BENE PROTETTO che produce DANNO al BENE e/o al  suo SISTEMA DI DIFESA (PROTETTORE).   Tav. I - Schema  dell'ATTACCO  al BENE  Lo schema mostra l’attacco al bene protetto con produzione del danno al bene protetto e/o al protettore del bene e/o al sistema difensivo stesso. Il bene aggredito può essere la vita, la salute, l’incolumità, il patrimonio, i diritti, la reputazione, l’immagine, la sicurezza, lo stato psichico, la sessualità, il modus vivendi, gli affetti, i  sentimenti, le emozioni, la privacy, i dati di qualunque genere: tutto ciò che è aggredibile e danneggiabile e ritenuto meritevole di protezione. È l’obiettivo principale dell’azione criminale:  rappresenta il bersaglio dell’intento primario. Nell’omicidio il bene aggredito primario è la vita.  Il bene aggredito fornisce le seguenti informazioni investigative:  1) le caratteristiche peculiari del bene attese a soddisfare un determinato bisogno dell’offender / UNSUB*,   2) i vari tipi di valore gratificanti l’UNSUB,   3) il grado di appetibilità che ha interessato ed attratto l’UNSUB,   4) lo stato di vulnerabilità e aggredibilità della vittima, del bene, del protettore e del sistema difensivo   5) lo stato d,i rischio e di pericolo della vittima,   6) la qualità e la quantificazione del danno,   7) i rischi che l’UNSUB ha accettato di correre e gli ostacoli superati per l’attuazione del crimine.  Il danno è l'effetto dell'aggressione al bene, al suo sistema difensivo ed all'ambiente fisico, sociale, biologico e psicologico che protegge il bene e/o gli è contiguo. È qualsiasi  cambiamento nello stato del bene che è causato dalla minaccia e che è contrario al volere del suo titolare.  Il sistema di difesa della vittima è l’insieme di difese previste, organizzate, predisposte ed attivate per evitare l’aggressione al bene e per limitare il rischio.  Ogni bene ha un sistema difensivo proprio o acquisito che lo protegge dal  danno e dalla minaccia. Sistema difensivo che va dal generico quali la casa, la famiglia, il vicinato, il sociale, la  solidarietà, le buone abitudini, le normali conoscenze di sicurezza e autotutela, a quello specializzato – noto come SISTEMA SICUREZZA - composto da allarmi, barriere speciali,  organizzazioni umane.  Il sistema difensivo è il sistema pianificato e organizzato per la preservazione dello stato del bene: se un bene non è protetto e non ha protettore, è ad altissimo rischio e facilita l'azione  criminale.  Il sistema difensivo può essere del tipo fisico, digitale, elettronico, umano, misto, integrato. L'aggressione al bene può essere pianificata o spontanea, può avere diversi gradi e ranghi di intensità, qualità, logistica, livelli criminali, perizia tecnica, professionalità e  capacità criminale. 
Crime & Investigations